27 gennaio 2022 #CileSostenibile

Turismo scientifico in Cile: l'incontro tra scienza e turismo dalla fine del mondo

Impostazioni di accessibilità

Centinaia di ricercatori provenienti da tutto il mondo aprono le porte alla scienza e all'esplorazione in diverse parti del Cile e, allo stesso tempo, scoprono nuove destinazioni per i turisti che qui diventano veri e propri esploratori.

Grazie alla sua diversità geografica e al crescente interesse della comunità scientifica internazionale per le sue caratteristiche uniche, il Cile si è posizionato come laboratorio naturale per il mondo, consentendo lo sviluppo dell'astronomia, dell'archeologia, della paleontologia, della geologia, della vulcanologia, dello studio del cambiamento climatico o dell'ingegneria sismica, oltre a molte altre aree.

Sebbene il Cile continui a posizionarsi come destinazione di turismo d'avventura, sta offrendo sempre più l'esperienza della lontananza e della natura con contenuti e conoscenze che generano valore per i veri esploratori che vengono per incontrare la scienza, per conoscere fenomeni che non troveranno in nessun'altra parte del mondo.

Ecco 10 destinazioni cilene di turismo scientifico che vi sorprenderanno da nord a sud:

Villaggio Tulor

San Pedro de Atacama, Regione di Antofagasta

A sud di San Pedro de Atacama, nella Riserva Nazionale Los Flamencos, si trova La Aldea de Tulor, uno dei siti archeologici più importanti del Cile settentrionale, risalente a 2.800 anni fa. È costituito da un gruppo di 26 case circolari costruite in adobe e collegate da passaggi labirintici che sorprendono i visitatori. Nel 1982, il 10% del villaggio è stato portato alla luce dall'archeologa cilena Ana María Barón. Il villaggio di Tulor potrebbe essere stato un importante porto per il traffico e lo scambio di merci che, attraverso la carovana dei lama, ha permesso di integrare un ampio territorio tra i popoli che abitavano il deserto.

Oggi, a San Pedro de Atacama, è in costruzione il nuovo Museo Gustavo Le Paige, che ospiterà i resti ritrovati in questo centro archeologico.

Parco Paleontologico Los Dedos
Caldera, Regione di Atacama

Vicino alla località balneare di Bahía Inglesa, nella regione di Atacama, si trova un museo all'aperto: il Parco Paleontologico Los Dedos, costituito da 370 ettari con un percorso turistico in cui si possono osservare fossili di oltre 70 specie, che rivelano che l'area era coperta dal mare nel Miocene (più di 5 milioni di anni fa). L'area fu studiata alla fine del XIX secolo dall'esploratore britannico Charles Darwin. Tra le specie marine si annovera il Megalodon, uno squalo gigante estinto che abitava la costa circa 20 milioni di anni fa. È stato trovato anche un esemplare di Pelagornis Chilensis, l'uccello preistorico più grande del mondo, risalente a circa 10 milioni di anni fa. Il Museo Paleontologico di Caldera considera il sito di Cerro Ballena come il più importante ritrovamento paleontologico della regione, dove nel 2010 sono stati rinvenuti 40 fanoni di balena risalenti a nove milioni di anni fa.

Osservatorio di Cerro Tololo

Vicuña, Regione di Coquimbo

I cieli più limpidi del mondo hanno permesso al Cile settentrionale di diventare un centro di attrazione per l'astroturismo. L'Osservatorio interamericano di Cerro Tololo (nella Valle dell'Elqui) è uno dei numerosi osservatori astronomici del Cile settentrionale. Situato a 2.200 metri sul livello del mare, è stato inaugurato nel 1967. Una visita a questo osservatorio, che dispone di otto telescopi e di un radiotelescopio, è un modo per conoscere in loco il lavoro sul campo che gli astronomi svolgono nel Paese. A Tololo, i turisti possono vivere una vera e propria esperienza spaziale se prenotano la loro visita con un mese di anticipo.

Complesso vulcanico della Laguna del Maule

Talca, Regione del Maule

Considerato un "supervulcano" perché comprende 22 stratovulcani, duomi di lava, coni, fessure e crateri, la Laguna del Maule è un complesso vulcanico a forma di caldera di 25 km per 15 km. Questa caldera è parzialmente occupata da calme acque blu magnetiche, ma a 5 km di profondità si concentra un corpo di magma. Negli ultimi anni sono state osservate 36 eruzioni e si è registrato uno dei più rapidi sollevamenti del suolo della storia, con una velocità di circa 25 centimetri all'anno. La sua composizione vulcanica ha suscitato interesse a livello internazionale ed è stata studiata dal Servizio geologico degli Stati Uniti. Attualmente sono state installate 11 stazioni sismiche per monitorare il suo comportamento.

Ha un circuito di 10 km, segnalato e progettato per il trekking.

Stazione biologica Senda Darwin

Ancud, Chiloé, Regione di Los Lagos

La Stazione Biologica Senda Darwin è un'area selvaggia privata, il cui obiettivo è la ricerca scientifica, l'educazione ambientale e la conservazione delle foreste native del Cile. Appartiene alla Fondazione Senda Darwin, fondata nel 1994 da un gruppo di ricercatori cileni e stranieri provenienti da diverse università.

Prende il nome dal naturalista britannico Charles Darwin, che visitò l'arcipelago di Chiloé nel 1834 e 1835 per studiarne la flora e la fauna. Si trova a 27 km dalla città di Ancud e dispone di tre sentieri didattici accessibili al pubblico: il sentiero didattico Pichihuillilemu, il sentiero interpretativo Charles Darwin e il sentiero Tepual. Inoltre, è possibile conoscere i progetti più importanti della Fondazione Senda Darwin, tra cui lo studio della Volpe di Darwin, un mammifero endemico del Cile, a rischio di estinzione. Ogni anno ricevono volontari internazionali interessati a studiare la biodiversità e a lavorare nell'educazione ambientale.

Geoparco di Kütralkura

Regione di Araucanía

Il Geoparco Kütralkura, situato nella regione dell'Araucanía, riunisce 35 geositi legati alla condizione vulcanica del Cile ed è il primo del Paese a essere stato approvato dall'UNESCO. Comprende il Parco nazionale di Conguillío, i vulcani Llaima, Lonquimay, Sierra Nevada, Nevados de Sollipulli e Tolhuaca e diverse riserve nazionali. La geologia del Kutralküra rappresenta un Cile vulcanico associato al fenomeno della "subduzione", in cui le placche oceaniche di Nazca e dell'Antartide si muovono e sprofondano sotto la placca continentale sudamericana, rilasciando una grande quantità di energia, che causa una deformazione della crosta terrestre e la generazione di faglie, vulcani e terremoti. Il progetto è stato sviluppato da un team di geografi, biologi, antropologi ed esperti di turismo, guidati dai geologi Manuel Schilling e Álvaro Amigo, che hanno lavorato insieme alle comunità locali Mapuche-Pewenche per sviluppare il geoturismo, l'educazione scientifica e la conservazione del patrimonio geologico.

Santuario della Cappella di Marmo

Puerto Tranquilo, Regione di Aysén

Il santuario naturale Capilla de Mármol è un gruppo di isolotti, situati sulle rive del lago calypso General Carrera, le cui geoforme sono chiamate Catedral de Mármol, Capilla de Mármol e Caverna de Mármol (Cattedrale di marmo, Cappella di marmo e Caverna di marmo). Nel corso dei millenni, il vento e l'acqua hanno esposto gli strati di marmo, rivelando diverse cavità e grotte con minerali colorati che offrono uno spettacolo ai turisti e ai geologi che le esplorano e le studiano dai loro kayak. Queste caverne sono scavate nel marmo formatosi circa 300 milioni di anni fa.

Il sito è riconosciuto come patrimonio geologico di importanza internazionale.

Riserva della Biosfera Laguna San Rafael

Laguna di San Rafael, Regione di Aysén

Situato nella regione di Aysén, si estende su una superficie di 1,7 milioni di ettari, di cui 400.000 corrispondono ai ghiacci millenari dei Campi di Ghiaccio del Nord. All'interno del parco si trovano anche il Monte San Valentín, con un'altezza di 4.058 metri sul livello del mare, il ghiacciaio e la laguna di San Rafael. Si organizzano tour del ghiaccio con piccole imbarcazioni, da cui è possibile osservare gli enormi blocchi di ghiaccio che si staccano dal ghiacciaio e cadono nella laguna. In un secolo e mezzo, il ghiacciaio San Rafael ha perso più di 100 km2 di superficie. Gli scienziati stanno lavorando per capire l'impatto del cambiamento climatico.

Parco Omora

Puerto Williams, Regione di Magallanes

Il Parco Etnobotanico Omora si trova nella Riserva della Biosfera di Capo Horn, sull' Isola Navarino, molto vicino alla città più meridionale del mondo, Puerto Williams . È raggiungibile in aereo da Punta Arenas, con una vista incredibile sulla Terra del Fuoco e sulla maestosa Cordigliera di Darwin, o con una navigazione di 37 ore dalla stessa città, attraversando alcuni dei canali più remoti del Paese, pieni di ghiacciai e cumuli di neve. Il Parco Etnobotanico di Omora unisce ricerca, scienza, educazione, arte e filosofia. Diretto da Ricardo Rozzi e Francisca Massardo, si è concentrato sulle "foreste in miniatura". Il parco dispone di circuiti di osservazione di muschi, licheni e piccole epatiche, promuovendo il cosiddetto "turismo con la lente d'ingrandimento".

Ghiacciaio dell'Unione

Antartide, Regione di Magallanes.

Nel cuore dell'Antartide, la Stazione Polare Scientifica Congiunta Union Glacier si trova a soli 1.000 km dal Polo Sud e a sei ore di volo da Punta Arenas. Il sito in cui si trova la stazione è costituito da 10 ghiacciai. La stazione è quindi un'ovvia opportunità per studi di microbiologia, glaciologia e meteorologia. Qui, scienziati cileni e stranieri ricercano vari argomenti di interesse globale e creano spedizioni speciali con missioni scientifiche uniche. È un luogo raggiungibile con gli aerei della compagnia americana Antarctic Logistic Expedition, che organizza viaggi per un'esperienza unica in un paesaggio mozzafiato che offre conoscenze rilevanti per tutti.

Altre notizie correlate
03 maggio 2024 #Cile sostenibile
03 maggio 2024 #Cile sostenibile #Colonne

Newsletter

Immagine del Cile