10 febbraio 2022 #CileDiverso #CileGlobale

10 scienziati cileni che stanno cambiando il modo in cui comprendiamo il mondo

Impostazioni di accessibilità

In occasione della Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza, mettiamo in evidenza il talento di dieci ricercatrici di diversi settori che, con il loro lavoro e la loro dedizione, stanno creando il futuro del Cile per il mondo.

Paula Jofré: segnalata come una delle 100 persone più influenti dalla rivista Time, l'astronoma e astrofisica si dedica allo studio dell'universo, concentrandosi in particolare sull'analisi degli spettri stellari per comprendere i processi fisici che danno forma alla Via Lattea. All'inizio di quest'anno ha pubblicato il libro Fossils of the Cosmos, con il quale cerca di divulgare le sue ricerche sulla formazione e l'evoluzione della nostra galassia.

Isabel Behncke: primatologa, dottore di ricerca in antropologia evolutiva presso l'Università di Oxford. Studia il comportamento sociale, in particolare il gioco, nei bonobo. È membro del Social and Evolutionary Neuroscience Research Group dell'Università di Oxford e del Centre for Research in Social Complexity dell'Universidad del Desarrollo. Ha ricevuto diversi premi e ha tenuto conferenze per TED, Google e le Nazioni Unite, tra le altre istituzioni di fama mondiale.

Maisa Rojas: fisica e climatologa cilena. Direttrice del Centro per la scienza del clima e la resilienza dell'Università del Cile. Ha fatto parte della commissione incaricata di redigere il rapporto del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC), pubblicato nel 2021. È stata inoltre coordinatrice del comitato scientifico consultivo per la COP25. È spesso coinvolta in progetti globali per lo sviluppo di politiche pubbliche sul cambiamento climatico. L'11 marzo entrerà in carica come nuovo ministro dell'Ambiente del Cile.

Judith Pardo: biologa e paleontologa. Dottorato di ricerca in Scienze presso l'Università di Heidelberg. Post-dottorato con specializzazione in paleopatologia degli animali estinti presso il Museo di Storia Naturale di Stoccarda. Ricercatore presso il Centro di ricerca GAIA-Antartico e professore associato presso l'Università di Magallanes. Responsabile dell'area di macropaleontologia presso l'Instituto de la Patagonia. Membro del comitato scientifico consultivo del Seremi de Ciencias de la Macrozona Austral. All'età di 21 anni ha iniziato le ricerche paleontologiche sul ghiacciaio Tyndall dopo la scoperta di numerosi ittiosauri (rettili marini estinti).

Flavia Morello: Archeologa dell'Università del Cile, Master e Dottorato in Archeologia dell'Università di Parigi I Pantheon-Sorbonne. Ricercatrice in scienze sociali e docente presso l'Universidad de Magallanes dal 2001, è attualmente direttrice dell'Istituto Patagonia e coordinatrice accademica del Master in Scienze Sociali, con specializzazione in Patrimonio o Intervento Sociale, presso la stessa università. Si dedica allo studio dei gruppi di cacciatori-raccoglitori in Patagonia e nell'arcipelago fuegino. Ha studiato le interazioni dinamiche tra cultura, società e ambiente da diverse prospettive storiche e attuali.

Bárbara Saavedra: biologa ed ecologista. Dal 2005 è direttrice per il Cile della Wildlife Conservation Society. È laureata in biologia, ha conseguito un master in ecologia e un dottorato in ecologia e biologia evolutiva. Ha guidato, tra gli altri, il progetto del Parco Karukinka nella Terra del Fuoco. Consigliere CNID dal 2014, ha guidato il Comitato per la biodiversità e la gestione del capitale naturale e promuove l'iniziativa Laboratorio naturale Magallanes e Antartide cilena. Ha guidato la Rete del Costituzionalismo Ecologico, offrendo contenuti sostanziali alla nuova Costituzione cilena. Ha dedicato la sua carriera a promuovere la conoscenza e l'apprezzamento della natura e della biodiversità in diversi spazi pubblici, privati, accademici, sociali e di altro tipo.

Lorena Tapia: chirurgo dell'Università del Cile, specialista in Pediatria e Malattie infettive pediatriche; dottore di ricerca in Scienze mediche presso l'Università del Cile e postdottorato presso il Baylor College of Medicine, Houston TX, USA; professore associato del Programma di Virologia dell'Istituto di Scienze Biomediche e del Dipartimento di Pediatria del Nord della Facoltà di Medicina dell'Università del Cile. È membro del Comitato per il vaccino Covid-19, una commissione scientifica che consiglia la strategia per un accesso equo e tempestivo a un vaccino contro il coronavirus nel nostro Paese.

Laura Pérez: astronoma e docente presso l'Università del Cile dal 2017, dove dirige un gruppo di ricerca per capire come avviene la formazione dei pianeti nella nostra galassia. La sua ricerca si concentra sullo studio dei dischi di gas e polvere che circondano le stelle nascenti, perché è qui che si formano i pianeti. Ha contribuito alla prima osservazione ad alta risoluzione di un disco protoplanetario con ALMA e ha scoperto la prima prova di onde di densità a spirale in un disco, sostenendo uno scenario alternativo di formazione dei pianeti. Come riconoscimento della sua carriera scientifica di giovane ricercatrice, è stata premiata dall'Accademia delle Scienze del Cile e, recentemente, dall'Accademia Mondiale delle Scienze e dall'Accademia delle Scienze cinese.

L'astronoma cilena Laura Pérez

Alejandra Stehr: Dottorato di ricerca in Scienze ambientali. La sua linea di ricerca si concentra sullo studio della disponibilità di risorse idriche nell'ambito dei cambiamenti climatici e degli scenari di utilizzo del territorio, con particolare attenzione allo studio del regime idrologico e del bilancio idrico dei bacini idrografici attraverso l'uso di diverse metodologie a seconda del problema da affrontare e della disponibilità di dati. È stato membro del comitato consultivo per l'aggiornamento della politica energetica del Ministero dell'Energia per l'anno 2020, oltre ad essere stato membro per 6 anni del Consiglio delle organizzazioni della società civile del Ministero dell'Agricoltura. Attualmente è membro del comitato consultivo sui cambiamenti climatici e del comitato consultivo sulle risorse idriche del Ministero della Scienza, Tecnologia, Conoscenza e Innovazione. È inoltre professore associato presso il Dipartimento di Ingegneria ambientale della Facoltà di Scienze ambientali dell'Università di Concepción.

Bernardita Méndez: cofondatrice e presidente della Fundación Ciencia & Vida, docente presso la Pontificia Universidad Católica de Chile e l'Universidad Andrés Bello. È membro del consiglio di amministrazione della Fundación Chile, del gruppo Bios, del consiglio di amministrazione dell'Iniziativa del Millennio e di altre istituzioni che mirano a promuovere la scienza. È inoltre consulente della Comunidad Mujer.

 

Newsletter

Immagine del Cile