27 marzo 2024 #CileGlobal

Strategia nazionale per il litio: il Cile annuncia una rete per proteggere le saline e definirne lo sfruttamento

Impostazioni di accessibilità

All'indomani dell'annuncio da parte del governo delle definizioni della Strategia Nazionale per il Litio, il Ministro delle Miniere e le autorità governative hanno tenuto una conferenza stampa esclusiva per i media internazionali.

Con l'intento di approfondire lo stato di attuazione della Strategia per il Litio annunciata dal Governo, il Ministro delle Miniere, Aurora Williams, il Sottosegretario alle Relazioni Economiche Internazionali (SUBREI), Claudia Sanhueza e la direttrice di InvestChile, Karla Flores hanno incontrato i corrispondenti della stampa estera in Cile. Il ruolo strategico del litio nell'elettromobilità e nelle energie rinnovabili ne ha fatto un tema di interesse internazionale. 

Diversi media internazionali hanno partecipato alla conferenza stampa organizzata dalla Fundación Imagen de Chile.

Secondo il ministro Aurora Williams, "diversi Paesi hanno dichiarato il litio come minerale critico, e stiamo affrontando una domanda significativa prevista da Cochilco fino al 2035. Da questo punto di vista, abbiamo fatto un lavoro che cerca equilibri ambientali, sociali e produttivi". Ha aggiunto che la strategia di produzione del litio prevede di raddoppiare la produzione di carbonato di litio equivalente fino a un livello di 500.000 tonnellate entro la fine del decennio.

Tra le decisioni del governo c'è la creazione di una rete di protezione ambientale per il 33% della superficie dei depositi di sale. A questo proposito, il ministro Williams ha sottolineato che "il litio è presente in ecosistemi fragili, quindi ci stiamo occupando di sviluppare, per la prima volta in Cile, studi di scala significativa per determinare i livelli di protezione. A seconda che ci sia o meno la possibilità di colpire le comunità indigene, verranno effettuate le relative consultazioni". 

Nell'area della produzione, sono stati stabiliti modelli di business in cui lo Stato avrà una partecipazione di maggioranza in quei giacimenti definiti come riserve strategiche, come El Salar de Atacama e Maricunga. Inoltre, ci saranno progetti guidati dalle aziende statali Codelco ed Enami, che faciliteranno le alleanze pubblico-privato, così come un modello guidato da investitori privati nazionali e stranieri con i quali verranno firmati speciali contratti operativi per il litio. La possibilità per gli investitori privati di esprimere il proprio interesse per lo sfruttamento di questo minerale sarà aperta tra aprile e luglio di quest'anno.

La direttrice di InvestChile, Karla Flores , ha spiegato che "l'anno scorso abbiamo fatto un tour con il Presidente in Asia, Nord America ed Europa, promuovendo i diversi modelli di business esistenti. Ora che abbiamo maggiori certezze per gli investitori, sappiamo quali saline saranno protette e quindi c'è maggiore chiarezza su chi può mostrare maggiore interesse". "Abbiamo contato 97 aziende, provenienti da 12 Paesi diversi, che hanno discusso con noi e richiesto informazioni", ha aggiunto.

Da sinistra a destra: la direttrice di InvestChile, Karla Flores; il ministro delle Miniere, Aurora Williams; il sottosegretario alle Relazioni economiche internazionali (SUBREI), Claudia Sanhueza, e il direttore esecutivo della Fundación Imagen de Chile, Rossana Dresdner.

Da parte sua, il Sottosegretario della SUBREI, Claudia Sanhueza, ha affermato che esistono diversi modelli di business, perché "questa è la strategia che abbiamo individuato per rispettare i nostri impegni ambientali internazionali". Ha aggiunto che a queste definizioni della Strategia Nazionale del Litio si è lavorato "in modo accelerato negli ultimi anni, consapevoli dell'importanza di questo minerale per il mondo, ascoltando il resto del mondo negli spazi che occupiamo e con il massimo interesse a collaborare con le loro politiche commerciali con interessi ambientali".  

Newsletter

Immagine del Cile