31 luglio 2023 #CileSostenibile

Il Cile nella stampa internazionale: energia pulita e industria del litio in evidenza nella prima metà del 2023

Impostazioni di accessibilità

Il 30 giugno si è celebrato il semestre del 2023, un periodo che è stato oggetto di un'analisi della copertura mediatica estera del Cile. Come di consueto in ambito internazionale, le notizie si sono concentrate sul contesto politico, sugli eventi interni come gli incendi boschivi e sulla situazione nella macrozona meridionale. Tuttavia, si è parlato anche della transizione verso l'energia pulita, di scienza e innovazione, di riforme e accordi multilaterali e del possibile ruolo futuro del Cile nell'industria del litio.

Solo in termini di sostenibilità, le menzioni del nostro Paese hanno totalizzato più di 1.850 pubblicazioni, evidenziando le opportunità del mercato cileno per lo sfruttamento del litio, nonché la possibilità di generare un'alleanza strategica tra Francia e Cile per il suo sfruttamento sostenibile.

Nella stessa ottica, l'annuncio della politica nazionale sul litio in aprile ha attirato l'attenzione della stampa internazionale, che ha posto l'accento sull'importanza strategica di questa risorsa nella transizione energetica, sottolineando che il Paese ha rafforzato il suo ruolo di fornitore chiave di minerali nella regione e a livello globale.

L'aumento del valore transazionale del rame e la ricerca di tecnologie sostenibili per la sua estrazione sono stati fortemente evidenziati in quest'area, così come la decisione del governo di respingere il progetto Dominga, nel quadro della politica di priorità della protezione ambientale.

L'idrogeno verde e i progressi compiuti dal nostro Paese nello sviluppo dell'industria sono state altre pietre miliari riconosciute dai media stranieri. Ne è un esempio il servizio di Reuters, che ha riportato i risultati degli studi di Aurora Energy per l'Unione Europea. Secondo questi studi, entro il 2030 il Cile e l'Australia saranno i Paesi non europei con i prezzi più competitivi a livello globale in termini di importazioni.

Astronomia e scienza dalla fine del mondo

Anche gli annunci su scienza e innovazione hanno suscitato l'interesse della stampa internazionale durante la prima metà dell'anno, con un totale di 2.462 articoli, tra cui l'esplorazione spaziale "dai privilegiati cieli cileni", la biodiversità marina, i fenomeni climatici e i progressi nell'innovazione.

Tra le pubblicazioni figurano il calcolo dell'età della galassia più vicina al Big Bang e gli effetti della collisione tra galassie, entrambe scoperte da ricercatori stranieri dell'array di telescopi ALMA nella regione di Atacama.

Sempre in questo ambito, Clarín ha intervistato il Ministro della Scienza Carolina Gainza, in cui il giornale ha evidenziato come l'amministrazione del Presidente Boric sia stata la prima ad attuare una politica scientifica nazionale.

I risultati nazionali e il futuro del processo costituente

Nell'ambito della commemorazione del primo anno di mandato del governo, media internazionali come El País, Semana, El Tiempo, Gestión e El Comercio hanno passato in rassegna le pietre miliari e i risultati ottenuti dall'esecutivo. Tra questi, l'avanzo fiscale del 2022, l'aumento degli investimenti esteri e la diminuzione dell'inflazione come risultati economici, oltre all'espansione della copertura sanitaria pubblica, all'aumento del salario minimo e ai progressi in campo ambientale.

È stata sottolineata anche l'impronta femminista del primo anno di governo, coronata con il lancio della Politica estera femminista a giugno, evento che ha reso il Cile il primo Paese sudamericano ad attuarla, sottolineando l'uguaglianza di genere come "un valore democratico".

In termini di sfide per i prossimi mesi, la stampa internazionale ha sottolineato le pressioni poste dalla crisi migratoria e dal conflitto Mapuche, nonché le promesse riforme strutturali e l'impatto del nuovo processo costituzionale.

Altre notizie correlate
03 maggio 2024 #Cile sostenibile
03 maggio 2024 #Cile sostenibile #Colonne

Newsletter

Immagine del Cile